Fontana
Rally Piancavallo Internazionale

Rally Internazionale

Rally Piancavallo Nazionale

Rally Nazionale

Rally Piancavallo Storico

Rally Storico

Aperte le iscrizioni, “Zeta” sfoglia la margherita mentre si profila l’ennesimo duello tra Tomasso e Zannier

Le novità annunciate per il 32° Rally Piancavallo (18/20 maggio) e, in particolare, la prova speciale di “Redona” in notturna, piacciono molto agli addetti ai lavori con un tam tam crescente sui social che sta attizzando l’interesse degli appassionati. Ieri si sono aperte le iscrizioni, ci sarà tempo fino all’11 maggio per inviare il fatidico tagliando e ora la parola passa a piloti, navigatori e scuderie.

“ZETA” SI FA MODERNO. Lo scorso novembre Diego Valente ha realizzato un sogno: primo al Rally Piancavallo riservate alle vetture storiche con una Lancia Delta Integrale. “Ma stavolta – annuncia “Zeta” – se corro dovrò optare per un’auto moderna, le storiche in coda saranno un po’ sacrificate al pieno di iscritti. Perché sono convinto che il tracciato molto bello e l’organizzazione ben curata dai ragazzi Knife attireranno un sacco di concorrenti. E la prova di notte farà tantissimo pubblico”.

LE AMBIZIONI DI TOMASSO. Vincitore del Maniago 2016 e 2017, Dimitri Tomasso mette nel mirino “la regina di ogni gara per noi pordenonesi. Nel 2014 ero in testa al Piancavallo fino a una rottura meccanica, ho un conto in sospeso da regolare”. Altri elogi per Knife Racing dal driver di Frisanco: “E’ stato disegnato un tracciato molto valido, duro, difficile, mantenendo le prove storiche ricche di fascino. Credo ci saranno numerosi pretendenti per le posizioni di vertice”.

IL RIENTRO ZANNIER. L’aquila di Lestans è l’unico a poter vantare trionfo a Piancavallo (2014) e Maniago (2015), ottenuti con l’eterna Renault Clio Williams rimaneggiata nell’officina di famiglia. “Siamo tutti cresciuti con il Piancavallo – sottolinea Marco Zannier –, prima come giovani spettatori, poi come protagonisti. Adesso la cosa bella è l’impegno assunto da Knife Racing di riportarlo al livello che merita. Non c’era dubbio che avrebbero disegnato un percorso fantastico, con la chicca della prova notturna. Sarà spettacolo allo stato puro”.

PRESENTAZIONE ALL’EMISFERO. Sabato 5 maggio (ore 15:30) la “vernice” ufficiale della corsa 2018 nell’area del centro commerciale Emisfero a Fiume Veneto, interessata per l’occasione da un Motor Show. Sabato 12 maggio (ore 16) nello stesso luogo si parlerà ancora di rally con la presentazione di “Una curva lunga una vita”, il libro scritto da Gigi Pirollo, navigatore di lungo corso con una miriade di successi, però mai primo a Piancavallo.

L’OK DEL TERRITORIO. La prima ad appoggiare il lavoro di Knife Racing, supportato dall’Automobile Club di Pordenone, è stata proprio l’Amministrazione comunale di Maniago, pur “privata” della titolazione del rally dopo tre edizioni di grande soddisfazione. E la credibilità conquistata da Lovisa & C. ha permesso di ottenere in rapida successione l’ok anche da Aviano, Barcis, Frisanco, Meduno e Tramonti di Sotto. Ovvero quando il territorio si fa “rete” e festeggia un “auto-gol”.